Wrap di lattuga con manzo in agrodolce

In cucina senza sprechi con Lisa Casali | Giugno – Manzo avanzo o ritagli

Wrap di lattuga con manzo in agrodolce (ricetta per 4 persone)

Cosa c’è di più bello che mangiare con le mani? Avete presente quelle sere dove c’è in tv la vostra serie preferita e non avete alcuna intenzione di schiodarvi dal divano. In quelle occasioni preparate questi wrap da assemblare mentre con un occhio seguite la tv, il tutto senza rinunciare a un piatto gustoso e salutare che recupera un secondo avanzato e non vi farà mancare un po’ di vitamine.

Ingredienti

1 lattuga
200 g avanzo del roastbeef o dell’arrosto
4 cucchiaini di zucchero di canna
4 cucchiai di salsa di soia
una punta di zenzero tritato
1 cucchiaio di aceto di riso
1 avocado
1 carota
1 scalogno
1 bicchiere di vino bianco
1 cucchiaio di aceto di vino bianco
1 uovo
olio evo

Procedimento

Si lavano due foglie di lattuga per ogni commensale. Si tagliano gli avanzi del roastbeef o dell’arrosto a striscioline e si fanno caramellare in uno wok caldo con zucchero di canna, salsa di soia, zenzero tritato, aceto di riso. Nel frattempo si taglia un avocado a fettine sottili e una carota a julienne. Si prepara una salsa olandese sbattendo insieme aceto, scalogno e vino; con un colino si filtra e poi si monta con uovo e olio. Si mette su ogni foglia di lattuga il manzo in agrodolce una fetta di avocado, la carota e qualche goccia salsa olandese homemade, si richiude e si gusta.

Wrap di lattuga con manzo in agrodolce primaWrap di lattuga con manzo in agrodolce dopo

 

Il Progetto Carni Sostenibili, attraverso le ricette e la creatività di Lisa Casali, vuole promuovere stili di vita improntati alla sostenibilità, alla riduzione degli sprechi di cibo e alla valorizzazione di quelli che troppo facilmente sono destinati a diventare scarti, finendo dalle nostre tavole alla spazzatura. Allo stesso tempo invita però a fare molta attenzione agli ingredienti che vengono usati durante la preparazione di questi piatti. E, quindi, a tenere sempre conto di verificare lo stato di conservazione degli avanzi, prima di usarli.

Foto di Benedetta Marchi e Paola di Virgilio (HIVE Studio)