Pollo, la guida del Ministero della Salute

Il Ministero della Salute offre attraverso il suo sito Web dei preziosi consigli sul consumo consapevole e i valori nutrizionali della carne di pollo. Questa offre infatti molti benefici, e bisogna seguire alcuni accorgimenti, soprattutto su come prepararla e come conservarla. Tra le guide pubblicate di recente dal Ministero della Salute riguardanti l’alimentazione, la nutrizione, una ha interessato appunto la carne di pollame.

Come cuocere il pollo? Cosa fare prima e dopo averlo preparato? Il breve e illustrato volume del Ministero presenta indicazioni utili per mangiare in salute ed evitare la contaminazione dell’ambiente esterno con eventuali batteri presenti sulla pelle del pollame.

Ecco i sei passaggi elencati dal Ministero:

  • Conservare la carne cruda in frigo a temperature vicine a 5°C, per ostacolare la proliferazione di microrganismi ed evitare il contatto con altri alimenti (soprattutto se pronti per il consumo, come insalate e dessert);
  • Scongelare in frigo o al forno a microonde in un adeguato contenitore che permetta la raccolta dei liquidi;
  • Manipolare la carne cruda su taglieri, che non devono essere impiegati per altri alimenti, se non prima lavati impiegando acqua calda e detersivo;
  • Non lavare la carne prima della cottura. Eventuali schizzi di acqua contaminata da microrganismi nocivi quali il Campylobacter rimossi dalla carne stessa potrebbero diffondersi nell’ambiente, su utensili e alimenti, favorendo ulteriori contaminazioni;
  • Lavare accuratamente le mani con acqua e sapone per almeno 20 secondi dopo la manipolazione della carne cruda di pollame;
  • Cuocere bene la carne.

Per maggiori informazioni su questo importante alimento, potete anche riguardare i video sulle sei verità sul pollo.