Pediatria e nutrizione: niente risse verbali, prego

Negli ultimi giorni sulla nostra pagina Facebook abbiamo assistito ad una pioggia di commenti senza precedenti, da quando è nato il Progetto Carni Sostenibili. In alcuni casi degli interessanti scambi di opinioni, in molti altri delle vere e proprie risse verbali. Pomo della discordia: l’importanza e la sicurezza della carne per i bambini. Alcuni commenti, contenenti insulti o bestemmie che nulla avevano a che fare con la discussione, li abbiamo dovuti cancellare. Altri invece li abbiamo lasciati perché avevano ormai ricevuto così tante risposte che non ci sembrava giusto toglierle tutte in un colpo.

Lieti di una così alta partecipazione al dibattito sulle Carni Sostenibili in Italia, vogliamo però ricordare a tutti gli utenti di questo sito e dei suoi profili social che Carni Sostenibili è un progetto che non vuole portare chi non mangia carne a iniziare a consumarne (anche perché in Italia i consumi di carne sono già perfettamente allineati alle quantità consigliate), ma tranquillizzare coloro che, a causa di mode e allarmismi mediatici tanto in voga al momento, si sentono oggetto di accuse o hanno dubbi sulle loro scelte alimentari per il solo fatto di seguire una dieta completa ed equilibrata.

Seppure nato con intenti divulgativi, il Progetto Carni Sostenibili si basa su un approccio scientifico ed è rivolto in particolare a chi ha una dieta “onnivora” (la stragrande maggioranza della popolazione). Come avrete notato, non tratta gli aspetti etici del consumo di carne, ma tutto ciò che riguarda la sostenibilità: aspetti ambientali, sociali, economici.

Chi per motivi ideologici o personali non condivide i contenuti del nostro sito e della nostra pagina Facebook, che si basano appunto su dati scientifici e oggettivi, oltre che una sana dose di buonsenso, è libero di non visitarli, rivolgendosi invece alle centinaia di pagine, forum e community in cui ha più importanza sentirsi dire ciò che si vuole che affrontare i dati di fatto.

A chi invece ha intenzione di rimanere, ricordiamo che siamo aperti a tutti i commenti, le osservazioni e le critiche, purché date in modo educato e costruttivo. Prima di continuare, quindi, consigliamo di leggere la nostra “Digital policy”, che, si ispira alle norme di utilizzo di Facebook e intende informare tutti gli utilizzatori della nostra pagina su alcuni principi fondamentali per la serena convivenza all’interno di questo spazio.

Grazie per la collaborazione e buona continuazione!