Panino Salvapranzo con pollo o tacchino

In cucina senza sprechi con Lisa Casali | Ottobre- pollo o tacchino

Panino Salvapranzo con pollo o tacchino (ricetta per 4 persone)

Può un avanzo della cena diventare un salvapranzo in ufficio il giorno dopo? È semplicissimo, se vi giocate l’asso nella manica del panino o sandwich. Vige però una regola da rispettare, se si pranza con un panino: non può che essere buonissimo, goloso, ma anche nutriente.

Ingredienti

250 gr di tacchino o pollo cotto avanzato
scarto della spremuta di 2 arance
scorza di 2 arance
8 fette di pane di segale
8 foglie di lattuga
4 cucchiaini di crema di olive

Procedimento

La sera prima tagliate a fette sottili il pollo o il tacchino già cotti avanzati, metteteli a marinare con la polpa della spremuta d’arancia (quella che di solito si scarta, basta tenerla da parte la mattina quando vi preparate la spremuta) e con la scorza grattugiata. Per 1 panino mettete nel cestino del pranzo due fette di pane di segale, due foglie di lattuga, una crema di olive preparata in casa e il pollo/tacchino marinato. Al momento del pranzo, assemblate il panino e gustate.

Panino Salvapranzo primaPanino Salvapranzo dopo

Il Progetto Carni Sostenibili, attraverso le ricette e la creatività di Lisa Casali, vuole promuovere stili di vita improntati alla sostenibilità, alla riduzione degli sprechi di cibo e alla valorizzazione di quelli che troppo facilmente sono destinati a diventare scarti, finendo dalle nostre tavole alla spazzatura. Allo stesso tempo invita però a fare molta attenzione agli ingredienti che vengono usati durante la preparazione di questi piatti. E, quindi, a tenere sempre conto di verificare lo stato di conservazione degli avanzi, prima di usarli.

Foto di Benedetta Marchi e Paola di Virgilio (HIVE Studio)