Il benessere animale. Di cosa si tratta?

Il benessere animale è un tema molto importante, e sicuramente delicato. Il fatto che un animale possa vivere nelle condizioni più dignitose possibili, infatti, è legato al rispetto che gli si deve in quanto essere vivente, ma influisce anche direttamente sulla qualità dei prodotti che da esso si possono ricavare (carne, latte, pelle ecc.).

Di preciso che cosa si intende, per benessere animale? Secondo  Philip Lymbery, direttore di CIWF International, consiste nell’assicurare “lo stare bene del singolo animale dal punto di vista dell’animale stesso”. Il benessere animale “include la salute dell’animale e comprende sia il suo stato psicologico che quello fisico”, precisa Lymbery, e “può essere descritto come buono o elevato se l’animale sta bene, è sano e libero da sofferenza”. In altre parole, c’è benessere animale quando gli animali sono sani e hanno quello di cui hanno bisogno. ”

Le misure che permettano di garnatire il rispetto del benessere animale partono dalle stesse motivazioni, ma variano a seconda del tipo di allevamento e di animali che si prende in considerazione. “Tutta la produzione alimentare e agricola che coinvolge gli animali dovrebbe utilizzare sistemi che possono garantire un alto livello di benessere”, scrive Lymbery sul sito di CIWF Italia, l’unica associazione in Italia che si dedica alla protezione degli animali in allevamento: “Questi sistemi dovrebbero essere gestiti in modo da assicurare come risultato il raggiungimento di tale livello”.